PERCORSI DIDATTICI

UN MUSEO PER RICORDARE E SOGNARE TRA MITI, RITI E STORIA

  

Uno dei vari approfondimenti contenuti nei touch screen del museo
Il Museo Storico della Giostra e dello Spettacolo Popolare di Bergantino, dotato dei moderni mezzi della comunicazione multimediale, propone ai visitatori un percorso storico-antropologico nel mondo degli Spettacoli di piazza, espressione della cultura popolare vista attraverso i secoli e i millenni.

 

 

DURATA DELLA VISITA: un’ora e mezza/due.

LIVELLO SCOLASTICO: Scuole dell’Infanzia, Scuole Primarie, Scuole Secondarie di 1° grado, Scuole Secondarie di 2° grado.

ARGOMENTO ED ITINERARIO: la Storia della Fiera, presentata come grande contenitore di miti e riti, di giochi e spettacoli dalle origini antiche e inseriti nel contesto storico dei programmi scolastici.

 

Temi e approfondimenti proposti:

 

  1. L’Antropologia della Fiera preindustriale: dal Medioevo al primo Novecento.

  • I personaggi che hanno animato le piazze in occasione della Fiera (venditori ambulanti, saltimbanchi, imbonitori, ciarlatani, cantastorie, acrobati e giocolieri, suonatori ambulanti, ammaestratori di animali, e successivamente lanternisti…)

  • Gli Spettacoli che nascono da questo grande contenitore di svariata umanità (la Commedia dell’Arte, il Teatro dei Burattini e delle Marionette, il Circo e successivamente il Cinema)

  • Le funzioni della Fiera nei secoli scorsi: funzione economica (mercato), funzione ludico-spettacolare (spettacoli ambulanti di ogni genere), funzione sociale (luogo di incontro e di scambio), funzione culturale (la “scuola dei poveri”)

 

Attraverso una proiezione di immagini in power point e attraverso il dialogo e un metodo interattivo, i ragazzi saranno accompagnati alla scoperta di questo mondo spettacolare e alla comprensione di come l’evoluzione storica abbia modificato il modo di vivere (di stare assieme, di divertirsi e di imparare) delle persone comuni. (Percorso tematico adattabile a tutte le fasce d’età)

 

 

 

  1. Panoramica Sala del Museo
    Dalle Maschere della Commedia dell’Arte (1500) al Teatro dei Burattini e delle Marionette (dal 1600 agli inizi del ‘900). Questi spettacoli sono specchio della realtà socio-culturale dell’epoca. Non si limitavano a portare il divertimento nelle piazze, ma svolgevano un’importante funzione culturale, sviluppando temi che rispecchiavano i problemi del popolo: la giustizia, la pace, la felicità, la salute. (Percorso tematico adattabile a tutte le fasce d’età. Ad esempio i più piccoli potranno scoprire le Maschere della tradizione attraverso un gioco interattivo in power point, con indovinelli; i ragazzi delle scuole secondarie potranno vedere spezzoni di film con scene di spettacoli di burattini, che sottolineano la funzione sociale svolta da questi spettacoli)

     

 

  1. Il Circo moderno: le sue origini nella Roma Antica, le sue basi negli spettacoli della Fiera, la sua nascita con gli spettacoli equestri di Philip Astley (1700). Al termine di una presentazione per immagini in power point (con alcune celebri figurine Liebig), verrà proposta la proiezione di filmati di spettacoli circensi contemporanei del Circo Internazionale di Montecarlo. (Percorso tematico adattabile a tutte le fasce d’età. Per i più grandi che hanno studiato la storia romana sarà possibile approfondire maggiormente la prima parte della presentazione)

     

 

  1. Panoramica Sala del Museo
    Il gioco della Giostra: le macchine e i giochi del Luna Park pongono in primo luogo la questione della loro origine e della loro funzione: le giostre come sono nate e perché? Sono tante macchine strabilianti, simili a colossali sculture luminose e in movimento, ognuna delle quali non è un fenomeno puramente frivolo ed effimero, come può sembrare ad un primo sguardo superficiale, ma ogni giostra del moderno Luna Park rappresenta il punto di arrivo di un lungo percorso storico e di uno straordinario processo evolutivo che vale la pena di indagare. Le giostre, quando sono apparse nelle Fiere, a partire dalla seconda metà dell’800, non erano come le vediamo oggi: esse hanno seguito nel tempo un loro percorso storico-evolutivo, che ha utilizzato via via le nuove scoperte nel campo tecnologico e le nuove fonti di energia (macchina a vapore, motore a scoppio, energia elettrica). Tali scoperte hanno consentito di passare dalle semplici Altalene rituali mosse a mano delle società agrarie dei secoli scorsi alle Giostre di vertigine ipertecnologiche del moderno Luna Park. Al termine della presentazione interattiva in power point, proposta dalla guida, gli alunni saranno coinvolti in un gioco-verifica delle informazioni apprese, con premiazione. (Percorso tematico adatto soprattutto alla scuola primaria)

 

 

  1. Il Parco dei divertimenti e il Luna Park: come la Rivoluzione Industriale cambia il modo di divertirsi sulle piazze. Dall’invenzione del motore a vapore di James Watt, alla creazione delle giostre mosse con motore a vapore; dall’invenzione di Jacquard delle schede perforate applicate in ambito tessile, alla nascita degli strumenti di musica meccanica; dall’avvento dell’elettricità, alle giostre moderne presentate nelle Esposizioni Industriali; dalla fotografia al cinematografo. (Percorso tematico adatto alle scuole secondarie di primo e secondo grado)

 

  1. La Giostra nell’Alto Polesine: come la Giostra ha modificato lo stile di vita di una popolazione contadina, garantendone la sopravvivenza nella crisi degli anni ’20 del Novecento. La nascita dello Spettacolo Viaggiante a Bergantino e il successivo sviluppo dell’Industria dei Sogni nell’Alto Polesine, è un fenomeno di grande interesse sociale e culturale, raccontato attraverso le storie di vita dei protagonisti. (Percorso tematico di approfondimento della storia locale adatto alle scuole secondarie di primo e secondo grado)