La “Gente del Viaggio”: l’origine dello spettacolo viaggiante di Bergantino negli anni ’20-’30 del ‘900. Gli itineranti in Italia

Dalle macchine all’uomo: dietro ogni giostra c’è una storia, ma c’è anche, e soprattutto, una famiglia, varie vicende che si intrecciano, scelte e sentimenti a volte quasi inestricabili. In questa sala si focalizza l’attenzione sull’elemento umano del fenomeno Luna park e lo si fa partendo da un luogo e da un tempo: il luogo in cui sorge il museo, Bergantino, a partire dagli anni ’20 del Novecento. Un ricco apparato di immagini ricostruisce il contesto storico dell’epoca: miseria materiale, disoccupazione, emigrazione. Poi l’uomo ed il suo genio creativo: Umberto Bacchiega, Umberto Favalli, Albino Protti, pionieri di una nuova attività, quella di spettacolisti itineranti. Le immagini raccontano le loro vicende: la prima giostra, i primi viaggi, speranze e trepidazione. E poi tutte le altre famiglie che nei decenni successivi intrapresero l’attività itinerante: i loro progetti e i loro sogni. Anziché celebrare una pagina di storia locale, le vicende della gente del viaggio di Bergantino, diventa paradigmatica della realtà di tutti gli itineranti d’Italia. Le immagini, accuratamente ricercate nelle raccolte private di tante famiglie e sapientemente scelte, non mancheranno di far riflettere e forse anche di toccare i sentimenti di tanti visitatori.




Bergantino Primo autoscontro Giostra aerea
Viaggiatore Foto ricordo Panoramica della Sala